Cerca nel blog

sabato 9 giugno 2007

E' sempre facile essere gentili con le persone di cui non ci importa nulla


Delle volte basta leggere una piccola frase e subito tornano in mente delle situazioni che ti avevano disgustato, allibito, allontanato da alcune persone...perchè si è sempre in grado di sputtanare? Perchè mai devo rendere conto di quello che sono e di quello che faccio a delle persone che, pur non conoscendomi, si sentono in grado di giudicare miei comportamenti? Si credono superiori, pensano di essere dei geni, pensano di essere altruisti, sensibili, maturi, ma in realtà non sono altro che delle persone superficiali che giocano a fare i grandi, ma che non hanno capito ancora niente delle vere priorità. Ignavi, che non hanno il coraggio di dire cosa pensano di te, e si nascondono dietro delle facciate di Ipocrisia(La gelosia è una brutta malattia, ti logora da dentro, giorno dopo giorno si nutre di te, finchè è lei che prende il sopravvento, come un parassita; non sei più padrone di te stesso). Vogliono essere amati, ammirati...ma la loro è una vita triste, si circondano di schiavetti che comandano a bacchetta...sono persone fragili che non sanno vivere di sè. Poi pensi ad altre situazioni....chissà quanto quella persona, che a parole si dice amica, poi non ha fatto altro che gettarti fango addosso. Perchè si cerca negli altri il motivo del proprio fallimento? Quello che si comporta da amico quanto ti ha sputtanato? Ma come si può essere certi dell'amicizia? Alcune erano solo finalizzate a qlc altro... Finito qst ti parlano del bello dell'essere amici, di come si è stati bene, etc etc. Ma la cosa che ti chiedi è :"Potrai mai più fidarti di loro?" e la risposta è...forse mai più...finchè non imparano a vedere al di là del proprio naso, finchè non saranno in grado di capire da soli alcune situazioni, ma il virus li ha ormai infetteti fin nel midollo, e la cura non esiste.Io sono una pessima persona...come sono sicura qlc pensi, e forse delle volta lo penso anch'io, ma sono sincera(nelle mie possibilità) con me stessa e con le persone con cui ho a che fare; sono eccessiva delle volta nel dire ciò che penso, posso ferire a volte...ma se voglio bene a qlc lo faccio profondamente e sinceramente(mi si fraintende a volte) nel bene e nel male, ma posso dire con assoluta certezza, che dei limiti così bassi non li raggiungerò mai...

Non vi è alcuna ragione per cui un uomo debba mostrare la sua vita al mondo. Il mondo non capisce

1 commento:

Andrea ha detto...

Finalmente il post allegro che avevi promesso!! :P